Parco dell'Adamello

Montagne del fuoco e montagne delle acque, questo ed altro vi aspetta al Parco Naturale dell’Adamello Brenta

Gli amanti della montagna sono prima di tutto amanti della natura, per cui, durante la prossima vacanza a Madonna di Campiglio, non potete dimenticare di visitare il Parco dell’Adamello Brenta.

Gli abitanti del parco

Sono numerosi gli animali che si possono osservare all’interno del Parco Naturale dell’Adamello, il più grande del Trentino. Grazie ad un recente progetto di ripopolamento possiamo vedere l’orso bruno, ma anche caprioli, cervi, camosci, volpi, tassi, galli cedroni, marmotte, pernici e tanti altri ancora.

Naturalmente la flora la fa da padrone: si calcola che nel parco vi siano 1.300 specie vegetali, 25 milioni di alberi e 700 km di sentieri segnalati.

Approfittate delle escursioni organizzate dall’Ente Parco, sono rivolte a tutta la famiglia e specialmente a chiunque ami la natura.

Due mondi così vicini, due elementi così diversi

Una delle prime cose che sorprende del Parco Adamello Brenta è la diversità delle due zone in cui si divide.

In un’area di 620 kmq, infatti, si trova un’incredibile biodiversità, vera ricchezza del parco:
  • la montagna del fuoco

    la parte del massiccio Adamello-Presanella, verso ovest, è nata dal fuoco (rocce magmatiche) e paradossalmente è oggi il regno dell’acqua, visto che vi si trovano ghiacciai, torrenti e soprattutto tanti laghetti deliziosi.
  • la montagna dell’acqua

    la parte est del parco è dominata invece dalle Dolomiti di Brenta, che a dispetto del rigido clima di oggi, sono emerse anticamente dal mare tropicale. Qui si ammira un incantevole susseguirsi di guglie e strapiombi panoramici: le migliori cornici per le vostre foto.

 

Offerte Speciali
a partire da
425,00 €
a Persona
a partire da
425,00 €
a Pacchetto
a Persona
725,00 €
825,00 €
- 12%
a partire da
1050,00 €
a Pacchetto
Pacchetti Wellness
› Lo sapevate che Campiglio era la meta amata dalla Principessa Sissi? ‹